Vai al contenuto

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Spazio giovani - Il consultorio per adolescenti dell'azienda usl di Parma

Ricerca

Avete chiesto

Uso di sostanze


Domanda:

Ciao, ho 22 anni, studio (mi laurero' l'anno prossimo) e lavoro da 7 anni. A volte ho sentito un po' di disagio economico in famiglia per questo ho iniziato a lavorare presto (pulizie e cameriera) per pagare i miei interessi vari. Ho subito una violenza sessuale, era la mia prima volta, l'ho detto solo ad un'amica una volta,ma credo se ne sia pure dimenticata. Sono simpatica e sexy ma non ho mai appuntamenti da 2 anni. Sono aggressiva, impaziente ma molto sensibile e tenera ma nessuno lo sa.Non bacio, non abbraccio, non faccio sesso. Quando sono in gruppo parlo raramente, mi vergogno, bevo molto, costantemente ma non mi ubriaco mai (ho molta resistenza all'alcool). Ho qualche amica, ho paura del confronto. Sono una persona seria ma purtroppo sono molto legata all'alcool. Solo in 4 occasioni l'anno(tipo ogni 3-4 mesi) faccio uso di MD,keta e speed e amo davvero queste sostanze (mi fanno essere la "me" che mi piace)ma so di non esserne dipendente. Conosco benissimo tutti i rischi e so anche bene che il mio cervello non e' piu' lo stesso. Il mio problema non e' il perche' la uso la sostanza ma "come" cioe' che sono davvero convinta che l'exctasy e' la sensazione piu' grande che esista, e niente mi sfiora piu', non mi eccito piu, mi allontano sempre di piu dall'idea di innamorarmi di qualcuno. Mi voglio bene ma so che anche l'md me ne vuole ormai anche se la prendo ogni tanto per me ha un posto affettivo centrale nella mia vita cosi come la musica tekno. Solo che nessuno mi capisce perche' intorno a me le persone hanno delle vere vite affettive. Invece io mi eccito solo esclusivamente pensando a com'ero sotto sostanza ed ho la stupida convinzione che nessuno possa volermi se non per sesso, che gli uomini sono tutti dei maniaci. Mentre le persone escono e fanno progetti con i loro partner io penso solo a come posso divertirmi ancora di piu'? Vorrei solo un po' di affetto..


Risposta:

Cara Valeria,

i Subsonica cantavano "per un'ora d'amore non so cosa darei..." e certamente tutti aneliamo a all'affetto, all'abbraccio di qualcuno. Pensare che nessuno te lo possa dare è sbagliato, perché le tue ipotesi sono percentualmente basate su poche esperienze, sì lo so, traumatiche, brutte... Leggere o dire questa frase certo non risolve la situazione. Da quello che scrivi, è difficile parlare con qualcuno, sei riservata ed hai paura di confidarti perché temi che gli altri non possano ritenere quello che dici importante e di valore. Non è così sicuramente. Per amare occorre amarsi e per farlo bisogna uscire dai loop negativi che ti portano all'isolamento, è come un avvitamento. Forse bisogna imparare ad essere meno severi con se stessi. Non è certo colpa tua aver subito una violenza. Sarebbe importante trovare qualcuno con cui percorrere un viaggio che ti faccia respirare, prendere aria. Penso che tu possa provare con uno psicologo, ne esistono anche nel servizio pubblico. Per la tua età (22 anni) puoi contattare il dott. Villiam Vitali della Casa della Salute Parma Centro in Largo Palli 1 al numero 0521 396610 (risponde direttamente perciò non hai bisogno di prenotare al CUP, se è attiva la segreteria telefonica segui le istruzioni).

Speriamo di esserti stati utili.

Un caro saluto

Elisa Violante - Psicologa

Spazio Giovani di Parma


Indietro

Utilizziamo i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più, accedi alla nostra Cookie Policy.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie OK

Annulla

Ci trovi in

Viale Fratti 32/1A a Parma
tel.0521/393337 - 0521/393336
spaziogiovani@ausl.pr.it

Seguici facebook youtube