Vai al contenuto

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Spazio giovani - Il consultorio per adolescenti dell'azienda usl di Parma

Ricerca

Avete chiesto

- ritardo mestruale


Domanda:

Salve. La mia ragazza ha un ritardo di 5 giorni ad oggi. Nell'ultimo mese abbiamo avuto 3 o 4 rapporti sessuali non protetti (metodo per così dire contraccetivo: coito interrotto) che ovviamente non possono farci avere la coscienza tranquilla. Lei manifesta da diversi giorni sintomi tipici premestruali e ha avuto piccole perdite 3-4 giorni fa, ma ancora non si è manifestato il flusso mestruale. Come è possibile capire la paura è molta. Gradirei un parere e una risposta a queste domande: 1) affidabilità del test sulla gravidanza 2) procedure e strutture inerenti l'aborto grazie

Risposta:

I test di gravidanza se eseguiti correttamente e a distanza di almeno 2 settimane dall'eventuale concepimento sono attendibili. Per quanto riguarda l'interruzione volontaria di gravidanza la legge prevede che possa essere effettuata entro 90 giorni che vanno conteggiati a partire dal primo giorno dell'ultima mestruazione.Se la donna è maggiorenne può rivolgersi ad un medico non obiettore(medico di famiglia,ginecologo del consultorio o libero professionista) munita di un documento di identità valido e ovviamente del test di gravidanza ,e questi ,sentite le motivazioni ed illustrate le possibili soluzioni alle difficoltà che rendono impossibile la prosecuzione della gravidanza,se l donna persiste nella volontà di interrompere la gravidanza provvederà a rilasciare la certificazione che consente l'esecuzione dell'intervento presso una struttura pubblica o convenzionata in modo del tutto gratuito.L'intervento non potrà avvenire,se non in casi particolari ,prima di 7 giorni dal rilascio della certificazione.Se siamo in presenza di un minore la procedura è la stessa,ma occorre il consenso di ambedue i tutori legali,i genitori nella quasi totalità dei casi;se ciò per vari motivi non fosse possibile o i genitori non fossero d'accordo con la decisione della ragazza bisogna ricorrere al giudice tutelare che esprimerà un parere che non può essere impugnato.Nel caso di gravidanza vi consiglio di rivolgervi ad un consultorio della vostra città che potrà rispondere in modo più esauriente ai vostri quesiti.

Indietro

Utilizziamo i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più, accedi alla nostra Cookie Policy.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie OK

Annulla

Ci trovi in

Viale Fratti 32/1A a Parma
tel.0521/393337 - 0521/393336
spaziogiovani@ausl.pr.it

Seguici facebook youtube