Vai al contenuto

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Spazio giovani - Il consultorio per adolescenti dell'azienda usl di Parma

Ricerca

Avete chiesto

Sesso e... dintorni

Il momento giusto


Domanda:

In una risposta che avete dato nella sezione “avete chiesto” mi ha molto colpito questa frase: “ provare piacere significa anche permettersi di prenderselo”... ecco,il mio problema penso sia questo,non mi permetto di lasciarmi andare. prima di darmi della anormale frigida ho analizzato la mia situazione,ve la racconto. a 14anni feci un errore clamoroso, spinta dalla curiosità e dalla incoscienza feci sesso cn il primo che capitava,certo,m piaceva,ma forse era semplicemente perchè era uno dei primi che m guardava cn occhi diversi. comunque sia,dopo poco tempo andai con lui. nn provai nulla a parte il male iniziale. la mancanza di piacere penso sia dovuta alla mancanza di preliminari, insomma, a mente lucida lui fu semplicemnte un maiale egoista e io una bambina stupida. nn contenta il giorno dopo rischiai di finire a letto cn un altro... se ci penso ora m faccio veramente schifo. quando m resi conto di quello che avevo fatto mi dissi: "la prossima volta che farò l'amore sarà solamente con qualcuno di cui sarò innamorata". è passato il tempo e non l'ho più fatto xkè le mie storie non sono durate abbastanza per rispettare la promessa. e anche perchè non riesco a provare nulla con chi nn mi interessa. se non avessi troncato la mia storia cn A. sono sicura che cn lui avrei superato le mie paure, ma a 17 anni 200 km di distanza sono troppi e la storia è finita. ora mi piace un ragazzo,C., non vorrei aspettare di esserne completamente innamorata prima di sentire gli ormoni in circolo come con A. Vorrei tanto poter ascoltare il mio corpo e concedergli di essere sereno e di prendersi la serenità e la gioia che tanto ha paura di prendersi. so che è una questione psicologica, che devo ripetermi che non c'è nulla di male nel sesso ma c'è qualcosa che m blocca. premetto, intendo che gli ormoni in circolo ci dovrebbero andare anche senza arrivare al sesso, ma dopo i miei errori so che se nn provo nulla con dei preliminari nn ha senso fare sesso x far piacere a qualcun altro. grazie per la risposta. spero di essere stata abbastanza chiara

Risposta:

Leggendo la tua domanda la prima impressione che ho avuto è stata, di una ragazza che è in grado di ascoltare sé stessa, i suoi bisogni e di averne consapevolezza. Una ragazza che ha incontrato il rapporto sessuale in un momento in cui probabilmente non si sentiva ancora pronta e matura per dargli il giusto significato, ma la curiosità e i bisogni di quel momento erano più forti dall’impedirle di ascoltarsi. La mia impressione è che quella ragazza ora sa ascoltarsi e che non ha paura di ammettere che ha “paura di lasciarsi andare”. I tuoi primi rapporti sessuali hanno lasciato in te un ”brutto” ricordo non solo per quello che non ti hanno fatto provare ma forse perché in quel momento non ti eri permessa di essere te stessa e di rispettarti realmente. Ora emerge più che mai, il tuo bisogno di dare un altro significato al rapporto sessuale. Un rapporto sessuale con una persona che tu ami, con la quale hai instaurato un rapporto fatto di complicità, rispetto, accettazione e fiducia nell’altro. Una persona che ti possa permettere di farti conoscere a lui nella vostra intimità, così come sei con le tue paure e bisogni di accettazione. Hai maturato l’esigenza di dare il giusto significato al rapporto sessuale perché in questo modo riesci a rispettare te stessa e le tue esigenze. Come tu dici, ascoltare il tuo corpo e permettergli di dargli la serenità di cui ha bisogno, significa ascoltare il tuo bisogno di sentirti amata dall’altra persona e di poterti fidare di lui. Non credo che sia un bisogno da sottovalutare…..quando ci si avvicina al sesso le prime volte si può essere spinti da mille motivi e il sesso è anche un modo per conoscere meglio il proprio corpo, sé stessi, le proprie fantasie ma anche i bisogni sottostanti al rapporto in sé. Tutto ciò ci fa maturare e crescendo si possono avere le idee più chiare su quelli che sono i nostri desideri. Prova a concederti con il ragazzo che ora ti piace di aspettare il tempo che tu consideri giusto per poterti lasciare andare, per poterti fidare di lui e potergli raccontare anche le tue paure….così come sarebbe potuto succedere con A., perché non dovrebbe succedere anche con C.? Non ci sono tempi giusti o sbagliati per avere un rapporto con il proprio compagno se non i tempi che scegliamo noi, rispettandoci!!

Indietro

Utilizziamo i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più, accedi alla nostra Cookie Policy.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie OK

Annulla

Ci trovi in

Viale Fratti 32/1A a Parma
tel.0521/393337 - 0521/393336
spaziogiovani@ausl.pr.it

Seguici facebook youtube