Vai al contenuto

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Spazio giovani - Il consultorio per adolescenti dell'azienda usl di Parma

Ricerca

Avete chiesto

Sesso e... dintorni

Complesso........d'intimità


Domanda:

ciao!sn una ragazza di 17 anni e ho sempre avuto problemi a entrare in intimità cn un ragazzo, dicendo che o nn ero pronta o che un rapporto s basa sopratuto sul dialogo(cosa effettivamente vera, ma c sn anche altre cose)..ora però sto vivendo una storia molto bella(che è ancora sul nascere)cn un ragazzo di 19 anni che ormai frequento da due anni tra vari tira e molla..c vogliamo molto bene e giustamente lui vorrebbe avere anche un rapporto fisico(non intendo proprio farlo xche ho messo in chiaro che la prima volta sara cn una xsona che amo davvero)), cn lui sto bene s occupa del mio piacere ma io nn riesco mai a provare quello stato d eccitazione che sarebbe d norma provare e quindi c sn sempre scuse buone x fermarsi e nn fare praticamente niente..forse xche sn sempre abituata alle coccole e basta(anche lui me ne fa ma in modo diverso)oppure xche io ho smepre avuto uno stereotipo d cm volevo il mio rapporto che m ha quasi creato un blocco....questa volta cn lui ho però deciso che nn voglio scappare xche c tengo a noi ma nn so cm fare x poter iniziare a provare piacere e desiderio sessuale.io voglio lui e stare cn lui. credo che questo sia dovuto anche al fote senso d pudore e d vergogna che provo x il mio corpo,penso sia una forte insicurezza x quello che riguarda la sfera sessuale forse dovuta al pensiero che se io dono il mio corpo a qlc magari può non essere accettato o apprezzato o +semplicemente x lui è sl un gioco(anche se questo nn lo credo). secondo voi ho dei problemi e sn particolarmente complessata e conorta :-) o rientra nella norma? scusate x la lunghezza del testo.. grazie d tutto

Risposta:

Emerge dalla tua domanda il conflitto tra il tuo desiderio di voler ascoltare e soddisfare il tuo piacere sessuale e l’impossibilità di farlo. Sta emergendo in te una maggiore consapevolezza dei tuoi reali desideri e forse un tuo maggiore ascolto corporeo. E’ come se fin ora non ti fossi mai permessa di ascoltarti perché riuscivi a razionalizzare i tuoi bisogni, dicendo a te stessa che le cose importanti per te e nella relazione con un ragazzo erano altre ( il dialogo, l’ascolto, le coccole…). Ora è come se tutto quello che ti permetteva di poter giustificare il tuo non ascoltare il tuo desiderio e piacere sessuale avesse trovato il giusto significato in te; scappare dal problema: la tua paura di lasciarti andare. Le spiegazioni che attribuisci alla tua paura di lasciarti andare sono: la vergogna e il pudore per il tuo corpo, la paura che il tuo corpo non sia accettato o apprezzato dall’altro o sia per l’altro solo un gioco.Attraverso la risposta ad una domanda non è possibile analizzare bene quale sia il motivo del problema, e poterti dare indicazioni per risolverlo. Vorrei farti riflettere su alcune cose. Il fatto che sia emersa in te la consapevolezza della tua paura a lasciarti andare e il non mascherarti più dietro a false spiegazioni è già il primo passo per affondare il problema e potergli dare un significato. Il rapporto sessuale con un’altra persona se affrontato con maturità è un momento molto importante e coinvolgente, nel senso di quello che si dona all’altro. Avere un rapporto sessuale con un’altra persona non significa mettersi in relazione all’altro solo con il corpo, significa entrare in intimità con l’altro. Significa portare sé stessi all’altro e permettersi di farsi conoscere ma anche di conoscersi. Nell’intimità con l’altro, passo dopo passo, se ci permettiamo di ascoltarci riusciamo a conoscere il nostro corpo i nostri desideri ma anche le nostre paure e le nostre inibizioni. Anche nel rapporto intimo con l’altro dovremmo permetterci di essere noi stessi, di poter esprimere le nostre paure, i nostri pudori e i nostri desideri, essere in intimità con il proprio compagno significa conoscersi insieme all’altro per conoscere meglio anche sé stessi. Dalla tua domanda emerge un immagine positiva del tuo ragazzo, una persona che ti rispetta, che sa aspettarti e che si preoccupa del tuo piacere sessuale. Mi sembra sia una persona che tiene a te per quella che sei!! Potresti iniziare a fidarti di lui e a permetterti di farti conoscere fin in fondo……potresti permetterti di farti conoscere e parlargli dei tuoi bisogni ma anche delle tue paure……così che durante i vostri momenti di intimità insieme possiate trovare modi di comunicare e di ascoltarvi che possa esservi d’aiuto. Ricorda che per permettersi di aprirsi agli altri e farsi conoscere bisogna prima di tutto ascoltarsi……

Indietro

Utilizziamo i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più, accedi alla nostra Cookie Policy.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie OK

Annulla

Ci trovi in

Viale Fratti 32/1A a Parma
tel.0521/393337 - 0521/393336
spaziogiovani@ausl.pr.it

Seguici facebook youtube