Vai al contenuto

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Spazio giovani - Il consultorio per adolescenti dell'azienda usl di Parma

Ricerca

Newsletter:  Star bene mangiando sano

... L'appetito è per lo stomaco ciò che l'amore è per il cuore ...

Star bene mangiando sano: Sai cosa mangi?
A voi la parola:  La città che aveva smesso di ridere.
Promemoria:  Orari Estivi Ambulatorio Ginecologico.



Il pranzo è servito! Sì ma... cos'hai messo in tavola?!?! E soprattutto cos'hai mangiato prima di sederti a tavola?  
Si sa che la regola base per mangare sano è: "mangiare di tutto senza esagerare con niente..." ma forse è meglio specificare cosa significa "mangiare di tutto...." ;-)

 

Carboidrati - Proteine - Grassi - Fibre - Acqua

I carboidrati si dividono in semplici e complessi. Tra i carboidrati semplici, il più diffuso è lo zucchero da tavola, che trovi in tutti i dolci, in moltissime bibite e nelle marmellate. Gli zuccheri vanno limitati, è vero che danno subito energia, ma dura poco e in più fanno ingrassare. E' diverso il discorso per i carboidrati complessi, che trovi in pane, pasta, riso, polenta.

Questi alimenti contengono amido e cellulosa: l'amido si trasforma in energia di lunga durata; la cellulosa trattiene acqua ed e' utile per regolare l'intestino. Pane e pasta li devi mangiare ogni giorno, anche se sei a dieta. Sono la tua benzina! E se non esageri con i condimenti non fanno ingrassare.

Le proteine sono le sostanze che costruiscono e rinnovano le cellule, cioè i mattoncini di cui è composto il tuo corpo. Dentro le proteine ci sono gli aminoacidi: senza gli aminoacidi il corpo no può andare avanti. Per un adolescente sono necessari, ogni giorno, un grammo di proteine per ogni kg di peso corporeo. Le proteine le trovi nella carne, nel pesce, nel latte e derivati ( formaggi e yogurt), e nelle uova.

Esistono anche delle proteine vegetali, che trovi nei legumi (fagioli, soia, piselli, ceci, lenticchie ecc.). Per chi sta ancora crescendo, le proteine vegetali, da sole, non bastano; se sei vegetariano, non farti mancare latte, uova e formaggi.

I grassi sono come i carboidrati: danno energia. In una dieta corretta anche i grassi sono importanti. Tu dirai: fanno ingrassare. E' vero ma fino ad un certo punto. Quelli che devi limitare sono i grassi di origine animale (lardo, salumi, ecc.), questi grassi sono dannosi , in particolare alla circolazione del sangue. I grassi vegetali, soprattutto l'olio d' oliva, non devono e non possono essere eliminati del tutto, perchè ci regalano sostanze insostotituibili. Naturalmente parliamo di olio crudo, i fritti sono un'altra cosa e se ne fai a meno è meglio.

Le fibre le trovi nella frutta, nella verdura e nei cereali integrali (crusca, fiocchi per colazione, farine integrali). Le fibre passano nel corpo senza essere assorbite, si gonfiano d'acqua e puliscono l'intestino.

La mancanza di fibre causa disturbi intestinali che col tempo possono diventare qualcosa di grave. Per aumentare il consumo di fibre puoi sostituire i succhi di frutta con la frutta vera, mangiare verdure crude e mangiare pane e pasta integrali (almeno ogni tanto);

Infine l'acqua, che è essenziale, infatti puoi restare alcuni giorni senza mangiare, ma senza acqua no. L'acqua rappresenta il 60% del nostro corpo. Non bere per ingannare al bilancia è una cosa stupida, tanto vale non respirare! Gli esperti consigliano di bere due litri e mezzo di acqua al giorno. Se  corri, salti, balli, se fa caldo, se sudi devi bere anche di più.  A che cosa serve? Regola la temperatura del corpo, mantiene il volume del sangue, facilita la trasmissione degli impulsi tra le cellule del sistema nervoso, aiuta a eliminare le scorie e tossine.

Le vitamine: "SUCCHI A.C.E"

Aiuto, siamo circondati! Dai bar ai supermercati ci fanno l'occhiolino decine di bibite A.C.E (cioè arricchite con tre vitamine: A, C ed E). Di per sè non sarebbe male, queste vitamine si sostengono a vicenda e sono fondamentali (insieme al selenio), contro il cancro e l'invecchiamento dell' organismo. Però se hai una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura,non ne hai nessun bisogno, anzi se le prendi può essere peggio, perchè esagerare no va mai bene, nemmeno con le vitamine. Uno pensa: le vitamine fanno bene! Ne prendo tantissime! In realtà se esageri, le vitamine possono diventare tossiche, anche le vitamine A, C ed E! Dunque se hai una dieta varia ed equilibrata, lascia perdere gli integratori (pillole e bevande); non ti servono e possono farti male. Fanno eccezione: le donne in gravidanza o allattamento, gli sportivi e i fumatori. Pero', prima di combinare guai, fatti consigliare dal tuo medico! Tutte le vitamine sono essenziali, in più le vitamine A.C.E. sono le sentinelle che ci difendono dai tumori. Dove trovarle? E' facile! Aglio, liquirizia, semi di soia, prezzemolo (è una bomba) e soprattutto: broccoli, broccoletti, cavolo (bianco, nero, rosso), crescione, cavolfiore, verza, cavolini di Bruxelles, rape, cime di rapa. E non dimenticare la frutta e le verdure rosso/arancio: c'è il Sole dentro! Se poi fumi, i cibi elencati in questo testo sono obbligatori. 

E stai attento se pensi di fare diete allucinanti e  vivere mangiando praticamente solo vitamine, magari in pillole, perchè le vitamine sono indispensabili ma non bastano perchè non producono energia. Inoltre le vitamine non sono delle pillole: non puoi eliminare frutta e verdura sostituendole con degli integratori!
Facciamo un esempio: la vitamina C in pillole è chimicamente identica a quella contenuta in un'arancia, ma un'arancia è anche minerali, pigmenti, fibre e altre sostanze mixate in una certa proporzione, proprio quella giusta che serve per darti il massimo. In più sembrano esserci altri componenti, che l'industria farmaceutica non ha ancora individuato. Il risultato è che la vitamina di un'arancia è più efficace di quella costruita in laboratorio

A questo punto sei pronto per giocare con il nostro test e verificare se sei un Mangiatore Esperto..!

Clicca qui per giocare

[Tratto da: guida "Missione Salute" del Ministero della Salute e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca].

A VOI LA PAROLA

La città che aveva smesso di ridere

Era un giovedì pomeriggio grigio e umido nei sobborghi di un'anonima città ma c'era un tocco di colore in tutto quel grigio soffocante... Un mendicante dai lunghi rasta canticchiava un motivo esotico... Una bimba gli si avvicinò.
"Era un giovedì pomeriggio grigio e umido, come tanti altri prima di quello, nei sobborghi di un'anonima città. Le persone camminavano a testa bassa, il volto tirato, fisso sulle scarpe lucide che si muovevano rapidamente, quasi a scatti. Camminavano per le strade sbiadite della città, avvolti nei loro impermeabili grigi, sembravano grigi e umidi anche loro: figure grigie e umide che camminavano per la città sbiadita, in un pomeriggio grigio e umido. Si respirava aria pesante e spenta, carica di monotonia. Ci si faceva trascinare malinconicamente dalla routine senza quasi alzare la testa, sembrava quasi non ci fosse tempo per fermarsi e vivere.
Molte delle austere facciate dei palazzi erano per gran parte coperte da imponenti cartelli pubblicitari raffiguranti donne in tailleur grigio e uomini in giacca e cravatta seduti composti alla loro scrivania, con volti impassibili, sormontati da scritte nere a caratteri cubitali "Serenità è sinonimo di efficienza", "Tempo passato a ridere e divertirsi è tempo perso", "Non lasciatevi distrarre e andate dritti al vostro obiettivo", "Ogni forma di distrazione è un ostacolo alla carriera". E la gente pareva prenderle sul serio a giudicare dalle espressioni fredde, austere e determinate che si vedevano in giro, facce spente. Ma c'era un tocco di colore in tutto quel grigio soffocante, un fiore variopinto nel cemento, vicino all'entrata della metro: un mendicante dai lunghi rasta canticchiava un motivo esotico accompagnato dai bonghi. La sua camicia era un tripudio di colori, il suo sorriso sembrava capace di far tornare il sole anche in quella città buia. Ogni tanto interrompeva il suo canto e rideva tra sé, gettando la testa all'indietro. La maggior parte della gente che passava, faccia a terra e impermeabile grigio, non si accorgeva nemmeno di lui, presa dalla fretta mattutina, non aveva il tempo di guardarsi intorno. I pochi che lo notavano gli lanciavano un'occhiata carica di disgusto e indignazione prima di affrettare il passo come volessero allontanarsi al più presto dal suono di quella risata. Lo stesso fece una donna bionda dal tailleur impeccabile e coda di cavallo che teneva per mano una bimba sui cinque anni. Quest'ultima non staccava gli occhi dal mendicante che le sorrideva canticchiando la sua strana canzone. Si fermò lasciando la mano della madre e continuando a fissare l'uomo incuriosita. Questo proruppe in una lunga risata rovesciando la testa. La bimba gli si avvicinò, i riccioli biondi scompigliati dal vento e accennando un timido sorriso gli chiese con voce squillante "Ma tu perché ridi?" "Perché rido?". Un'altra risata. "Rido perché mi va, perché mi piace ridere...". Accennò alla gente che passava "Sembra che qui vi siate dimenticati come si fa!". Sorrise. Anche la bambina sorrideva.
La madre, che si era accorta di ciò che stava succedendo, tornò indietro e la strattonò via. Guardandola con cipiglio severo sbottò "Chi era? Che ti ha detto?" "È l'uomo che ride..." rispose lei con un sussurro "...che ride perché gli piace ridere". La donna sgranò gli occhi e si voltò allibita verso l'uomo che ancora rideva. Lo fulminò con lo sguardo e affrettò il passo. Ma per quanto si allontanasse il suono di quella risata continuava a risuonargli nelle orecchie."

- Liceo scientifico "Marconi" -

PROMEMORIA

Nei mesi di luglio e agosto
l'ambulatorio ostetrico-ginecologico
sarà aperto il
LUNEDI e GIOVEDI dalle 14.30 alle 17.00.
*  *  *
SARA' CHIUSO DAL 10 AL 23 AGOSTO





«Torna all'elenco delle newsletter

Newsletter

Archivio Newsletter

Utilizziamo i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più, accedi alla nostra Cookie Policy.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie OK

Annulla

Ci trovi in

Viale Fratti 32/1A a Parma
tel.0521/393337 - 0521/393336
spaziogiovani@ausl.pr.it

Seguici facebook youtube