Vai al contenuto

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Spazio giovani - Il consultorio per adolescenti dell'azienda usl di Parma

Ricerca

Newsletter:  Meeting Giovani 2011: Io credo in me stesso! E tu ci credi?

Se hai bisogno di qualcuno in cui credere...guardati allo specchio
Jessica Franceschini - Istituto Zappa Fermi

Meeting Giovani 2011: Io credo in me stesso! E tu ci credi?
A voi la parola:  Credere in se stessi è vivere!
Promemoria:  Venerdì 6 maggio il Musical del Meeting!



MEETING GIOVANI 2011 
"Io Credo in me stesso! E tu ci credi?"
4, 5, 6 Maggio 2011
Per il 17° anno i ragazzi di Parma e... non solo
si danno appuntamento al
Teatro al Parco - Parco Ducale di Parma
Per trascorrere insieme 3 giornate ricche di...
Spettacoli teatrali, danza, musica, video e....

Quest'anno il tema su cui abbiamo lavorato riguarda la fiducia in stessi, la forza di andare oltre e superare anche gli ostacoli più difficili, la paura di non farcela ma anche il coraggio che a volte ci regalano gli altri...

Leggi in anteprima alcuni dei testi scritti dai ragazzi del Meeting Giovani... 

CREDI IN TE STESSO!

Niente è impossibile perché prima o poi arriverà qualcuno che non sapeva che ciò è impossibile e lo farà!
anonimo

La ricetta segreta è niente, se vuoi rendere buono qualcosa devi crederci
Giada Stori  -  Istituto Toschi

Da solo nel buio e nel freddo vedo lo stesso il sole e il calore
Nene - Istituto Bocchialini

Sbagliando imparerò e saprò migliorarmi
Elisa – Istituto Melloni

Siate il meglio di qualunque cosa siate!
anonimo

Vai avanti anche se credi che non ci sia più senso!
Giulia Tosi - Liceo Sanvitale

Credi in te stesso  altrimenti nessuno lo farà veramente per te
Emilio

Il futuro appartiene a coloro che ci credono
anonimo

Sii sempre te stessa e non permettere agli altri di cambiare ciò che sei
Elena Zurlini - Liceo Sanvitale

Fidarsi è bene non fidarsi è peggio
anonimo

la fiducia in me stessa è alla base della mia sicurezza
Michela Maestri - Itis Berenini Fidenza

E’ meglio avere le domande o le certezze?
Luca Baldi – Istituto Melloni

Dentro te troverai un sorriso che non si spegne mai
Sara - Liceo Canossa di Fidenza

Non ho quello che voglio ma ho quello di cui ho bisogno
Marghe – Istituto Melloni

Non pentirti, non giudicarti, sai quello che eri, sei e sarai!
anonimo - Itsos Gadda di Fornovo

L'OSTACOLO DA SUPERARE...

 Il muro che non ti permette di esprimere le tue emozioni agli altri
Alice Spagni – Liceo Toschi

Riuscire ad accettarsi così come siamo veramente
Elia dall’Aglio - Istituto Bocchialini

La paura di sbagliare
Francesca Montermini – Liceo Sanvitale

Il giudizio degli altri
Giorgia – Itis Berenini Fidenza

La paura di crescere
Chicca – Istituto Melloni

La corsa contro il tempo
Nea – Liceo Toschi

La vita e i suoi imbrogli
Jessica – Liceo Canossa di Fidenza

La mia depressione
anonimo

L’insicurezza che ci impedisce di avere fiducia in noi stessi e di fidarci delle nostra capacità
Michela Maestri - Itis Berenini Fidenza

La paura
Alessio Donnini - Centro Giovani di Gaiano

I sentimenti per le persone sbagliate
Maria Chiara Ruggeri - Itsos Gadda di Fornivo

La timidezza
Martina Salemi  – Liceo Sanvitale

La strada da percorrere per raggiungere i propri sogni
anonimo - Istituto Bocchialini

Le persone che provano a farmi credere che non ce la farò
Silvia Vezzosi – Istituto Melloni

L’orgoglio, la sfiducia e la gelosia
Gianluca D’Addette – Istituto Zappa Fermi

L’ipocrisia
anonimo – Istituto Melloni

CREDERE IN SE STESSI E' VIVERE

La vita è come un viaggio: decido io  dove voglio arrivare, come e con chi.
Ogni scelta è nelle mie mani sono io che decido il mio punto di arrivo.
Durante il viaggio proverò tante emozioni, tante sensazioni uniche: uniche perché non potrò riviverle allo stesso modo una seconda volta. Conoscerò tutto ciò che il destino mi riserva. In ogni momento cercherò di cogliere il massimo per raggiungere, nel modo in cui voglio io, la mia meta: una meta che forse non troverò subito ma sarà sempre nascosta da qualche parte del mio essere. Bisogna solo che io riesca a guardarmi dentro. Spesso, durante il percorso, sarò costretta a fare delle scelte, tuttavia non avrò paura, mi fermerò per un attimo a quel bivio rifletterò e, ricordandomi dove voglio arrivare, troverò la strada giusta. Probabilmente entrambe mi avrebbero portato allo stesso punto di arrivo, nonostante ciò ce ne sarà sempre una più adatta a me. Tante volte sarò fortunata, altre mi capiterà di sbagliare, però anche gli errori mi renderanno forte, aiuteranno a conoscermi e a conoscere ciò che mi circonda! Il mio segreto è essere sempre me stessa, in ogni istante.  Dovrò crederci ed avere sempre quella motivazione che mi darà la forza di continuare ad andare avanti. Durante questo lungo percorso incontrerò anche ostacoli: grandi o piccoli che siano, sarò sempre io a decidere per quali varrà la pena rischiare. Non mi pentirò, non mi giudicherò perché sono quella che ero e quella che sarò! In ogni istante, dopo ogni passo che farò, il traguardo sarà sempre più vicino. Quando i miei dubbi saranno troppo grandi, quando avrò paura di qualcosa, quando mi sentirò insicura, mi fermerò a pensare perché è meglio perdere un minuto nella vita che la vita in un minuto! Mi fermerò spesso a riflettere perché a volte dietro l’apparenza si nasconde la verità! Non mi accontenterò  mai, cercherò sempre di creare qualcosa di nuovo, perché quello che c’è già  è di tutti! Nessun rimpianto, nessun rimorso di ciò che è stato perché se è successo significa che doveva succedere, non credi? A volte la vita ci passa accanto e noi neanche ce ne accorgiamo perciò ho imparato a guardarmi intorno.
Sorriderò sempre perché la vita è una storia fantastica e quando lei non mi sorriderà io le farò il solletico! Camminerò e nel camminare, farò la strada, la mia strada, la mia vita. Tutto ciò è perché io ci credo, credo in me stessa.
Anonimo – Itsos Gadda di Fornovo

QUANDO IL GIUDIZIO MI COSTRINGE 

Ecco alcuni dei moltissimi scritti dei giovani che hanno partecipano al Meeting, gli altri testi saranno  on-line sul sito www.ipensieri.it a partire dal 4 maggio 2011

IL GIUDIZIO TI PERSEGUITA
Il giudizio  di alcune persone  a volte ti rovina, ti perseguita, a volte ti rende la vita impossibile.
A volte queste persone magari  non  ti prendono in considerazione.. tu speri in tutti i modi di aver fatto buona impressione.
Io stessa provo questo ogni volta che gioco una partita importante di pallavolo.
L’ansia mi prevarica, e ho paura  dei commenti degli altri.
Credo che questo sia il difetto peggiore che ho e quando ti prende è difficile da contenere, la sensazione che ti dà è quella di vivere in un mondo al rallentatore.
Il giudizio degli altri di per sé non dovrebbe  essere preso in considerazione, ma quando una persona pensa  d’aver fatto bene una determinata cosa, spera anche di ricevere o di sentirsi dire esortazioni positive.
L’unica cosa  che  vorrò riuscire a fare è: vivere la vita al meglio e.. fregarmene dei giudizi degli altri!
Bella esortazione ma difficile da vivere.
Jessica Zini -  3 ^ B Erica Istituto Melloni


PAURA DI DELUDERE CHI HA CREDUTO IN ME
Caro Alessio,
a volte capita che le persone a me più vicine (a volte anche quelle che non conosco!) credano in me.
Ogni volta che me lo fanno capire, vado nel panico perché ho paura di sbagliare, di deludere quelle persone che hanno creduto in me.
Non vorrei lasciarmi condizionare così dalle altre persone, indifferentemente che queste siano mio padre o uno sconosciuto.
Vorrei tanto che i fallimenti o le vittorie che porto a termine restino private, solo mie. A meno che, ovvio, non voglia farne partecipare qualcuno.
Di norma, chi crede nel prossimo, dona grande forza a questa onorandolo con tale privilegio.
Anche a me capita di sentirmi felice e/o onorata, qualche volta (dai, un po’ di più!)…ma dopo subentra quel panico…forse la vera paura è verso un giudizio negativo che potrebbe arrivarmi se fallisco.
Ma ci ho messo una vita per costruire la fiducia in me e la sicurezza che ne deriva…! Poi, dai, ma cosa vogliono da me?! Non sono infallibile, sbaglio anch’io e quelle persone che pensano il contrario dicendo che sono forte e che ce la faccio sempre, devono cominciare a capire che la mia forza deriva dal tempo, dalla sicurezza acquistata contro chi giornalmente mi buttava giù.
Poi a volte succede che ho bisogno davvero di qualcuno che crede in me perché magari sto affrontando una situazione difficile o magari mi sono buttata giù da sola, e cosa succede? Mi ributtano ancora più giù, apposta o involontariamente, oppure usano parole sbagliate o capisco che stanno fingendo, stanno mentendo.
E io a quel punto che dovrei fare? Mi chiudo e vado avanti da sola con le mie forze e dopo tutto so di potercela fare, so di poter contare abbastanza su di me da superare qualsiasi cosa.
In conclusione io credo in me stessa…Non ho bisogno veramente degli altri, io ce la faccio con o senza l’aiuto degli altri.
Veronica -  2^C Liceo Sanvitale

SONO COSI’: PRENDERE O LASCIARE
Effettivamente  ci sono persone il cui giudizio è importante perché sono le persone alle quali tengo di più.
Non ho mai sentito il bisogno di cambiare per essere accettata da qualcuno , per il semplice fatto che io sono così.. prendere o lasciare!
Le persone  nelle quali  ripongo più fiducia  sono i miei famigliari e i miei amici (chiaramente solo quelli più stretti).
Quando ho bisogno  di un consiglio, di un parere o di un giudizio so perfettamente da chi posso andare e di chi  mi posso fidare.
Ho un’amica, per esempio, senza la quale  sarei  persa.
La sua  presenza  in certi momenti è fondamentale.
So di poter parlare con lei di qualunque cosa e so che se le dovessi affidare qualcosa a cui tengo molto, porterebbe a termine “l’opera” nella maniera migliore.
Michela Maestri – Itis Berenini di Fidenza


I NOSTRI DIFETTI CI RENDONO UNICI
Spesso esistono persone in grado di condizionarci con le loro idee, i loro pensieri ed opinioni.. questo però è completamente sbagliato perché non dobbiamo mai cambiare per gli altri, ma solo migliorare, ascoltando solo le persone che ci vogliono veramente bene, ad esempio i nostri genitori o familiari.
Molte persone pensano, sbagliando,  che cambiando non verranno più giudicate. Ma le persone ”ignoranti” che giudicano non cambiano, perché ad esempio ci prenderebbero in giro comunque e a loro se ne aggiungerebbero altre che preferivano la persona che eravamo prima.
Queste poche righe ci fanno capire che noi valiamo anche grazie ai nostri difetti che ci rendono unici al mondo.
A volte basta guardarsi bene intorno per capire che ci sono delle persone che ci apprezzano e ci vogliono bene per quello che siamo e per questo dobbiamo anche riconoscere quali sono le persone che ci danno consigli veri, utili per migliorare in confronto alle persone che ci vogliono “male” e ci danno i consigli sbagliati.
Cristina - Istituto Bocchialini

SEQUENZA DI EMOZIONI
Volo d’angeli sulla nera terra,
ali di gabbiano mollemente liberate al cielo.
Sguardi innocenti in fuga da macerie insanguinate
fuochi di guerra spenti da lacrime e sangue
lasciano in volo nubi di fumo amaro.
Battiti di cuori in fuga da catene
Lampi di odio in cerca d’amore
Sussulti di dolore cercano in volo pace, amore, libertà
Urla nel silenzio lacerano la notte
Grida festose si infrangono nel sole
Il mio cuore danza libero di essere
Irene Esi - 1^ A - Scuola Bottega

NON TEMERE IL GIUDIZIO DEGLI ALTRI
Cara Martina,
ho deciso di scriverti perché in questi giorni mi sono soffermata a riflettere su quanto sia importante la fiducia negli altri e in se stessi.
Sai, in alcuni periodi credo che la fiducia che ho di me stessa sia fragile come una foglia secca mossa dal vento.
A questa età credo sia facile non credere in se stessi per via dei brufoli o di tutte le imperfezioni che troviamo in noi; inoltre anche il pensiero degli altri diventa molto, anzi proprio importante!
L’opinione degli altri riesce a sconvolgere la tua giornata e a tramutare il tuo umore, perché diamo tanta importanza a quello che pensano gli altri?
Credo che l’importante è sapere  che persone siamo e non temere  il  giudizio degli altri, perché ci sarà sempre qualcuno che per cattiveria o invidia  ci farà del male.
Spero che la mia lettera  ti abbia aiutato a riflettere.
A presto,
Un bacio
Giulia
Giulia Sambito - Liceo Sanvitale

PROMEMORIA

Ti aspettiamo
VENERDI' 6 MAGGIO ALLE ORE 21.00
AL TEATRO AL PARCO - PARCO DUCALE PARMA

per assistere al

“Musical del Meeting"

- L'Ingresso è Gratuito -





«Torna all'elenco delle newsletter

Newsletter

Archivio Newsletter

Utilizziamo i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più, accedi alla nostra Cookie Policy.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie OK

Annulla

Ci trovi in

Viale Fratti 32/1A a Parma
tel.0521/393337 - 0521/393336
spaziogiovani@ausl.pr.it

Seguici facebook youtube